Presentati i progetti d’intervento approvati


MATERA – È di quattro milioni di euro l’ammontare complessivo destinato dall’Amministrazione comunale per interventi relativi a strade e accessi della città e per il decoro urbano. L’annuncio lo ha dato il sindaco Raffaello De Ruggieri in un incontro con la stampa a cui hanno preso parte alcuni componenti della Giunta oltre a tecnici comunali. Gli interventi riguarderanno, in pratica, innanzitutto il sistema viario di Serra Rifusa, Villa Longo, la stazione dei bus di via Sturzo e via san Pardo (per 700 mila euro). Per quanto riguarda gli ingressi, saranno interessati quelli di via Gravina – via Dante (200 mila euro); di Aia del Cavallo (1 milione euro); di Matera-Sud, Monumento ai Caduti (ex caserma Milizia) circonvallazione (300 mila); via La Martella – via Vesuvio (350 mila euro). Si interverrà, dunque, per il decoro urbano al rione Agna nelle piazze Sant’Agnese e delle Costellazioni (con sistemazione di un’area con giochi per bambini e piantumazione di alberi), e dotando anche di luci i due chilometri di piste del percorso Ofra-Le Piane (700 mila).

Altri interventi riguarderanno, al quartiere Spine Banche, le vie Leopardi e Parini e piazza San Pio X (150 mila euro); mentre a Serra Rifusa si interverrà sulla piazzetta di via dei Sanniti e nelle strade adiacenti, e in via dei Peucezi (600 mila euro). Questi, dunque, sono i progetti preliminari che la Giunta ha approvato con risorse di cui alla legge 2015/2017 per l’ammontare di quattro milioni di euro, sui 19 milioni di euro previsti dal Bilancio dello Stato. Ed è al fine di definire con l’Amministrazione comunale alcuni aspetti legati proprio ai finanziamenti delle opere pubbliche, che sono in prospettiva di Matera 2019, saranno in città giovedì 5 luglio prossimo i ministri (entrambi M5s) per il Sud, Barbara Lezzi, e le Attività culturali e il turismo, Alberto Bonisoli. «Cambiano i Governi – ha affermato De Ruggieri – e non deve stupire che da parte del nuovo vi sia la necessità di comprendere cosa si sia fatto e come si sta procedendo, soprattutto con quali quali risorse si deve operare per le opere pubbliche progettate e ipotizzate per Matera 2019».

Al ministro Bonisoli, in particolare, il sindaco solleciterà «quegli interventi sulle opere che sono gestite dall’Anas e riguardano la viabilità come, ad esempio, i lavori di completamento sulla Bradanica, della quale ormai manca solo un tratto di tre chilometri e c’è un viadotto da ricostruire. Ma si pensi pure al completamento della statale 96 Bari-Altamura, puntando sulla consegna entro il 2018 dei tronchi di Palo del Colle e Altamura, proprio in vista dello storico appuntamento del 19 gennaio 2019, che darà il via alle manifestazioni dell’anno di Matera quale Capitale europea della Cultura. Ma si dovrebbe andare verso l’attuazione del tratto materano della Murgia-Pollino, senza dimenticare la Ferrandina-Matera». Sempre in vista dei flussi di visitatori in città il prossimo anno, ma in prospettiva anche futura, il sindaco ha posto l’accento anche sulla priorità derivante da dotare la città di parcheggi adeguati come quello da realizzare sull’area della stazione di La Martella, da 1000 posti auto più 40 per i bus (300 mila euro), in via Annibale di Francia per 650 posti a raso (1 milione di euro), lungo la statale 7 nei pressi della Cava del Sole. «I parcheggi devono essere pronti e attivi se non entro il 2018, perché non sappiamo che cosa succederà per il Capodanno – ha aggiunto – quanto meno per la scadenza del 19 gennaio».

Enzo Fontanarosa



Fonte


Conosci già Matera? Mettiti alla prova con un quiz!Inizia il quiz