Matera, da lunedì Liceo Duni spostato in contrada Rondinelle

MATERA – I circa 600 studenti del liceo classico «Duni» di Matera – il cui edificio è «stato chiuso, a pochi giorni dall’inizio delle attività scolastiche del 10 settembre, dopo un’ordinanza di sgombero per inagibilità emessa dal sindaco Raffaello De Ruggieri» – torneranno in classe lunedì prossimo, «in locali messi a disposizione in contrada Rondinelle, al di fuori del centro abitato». Lo ha annunciato, nel corso della riunione del Consiglio regionale, l’assessore regionale alle attività produttive, Roberto Cifarelli.
Cifarelli, secondo quanto reso noto dall’ufficio stampa della giunta regionale, ha poi spiegato che «la giunta regionale stanzierà il prima possibile due milioni di euro che la Provincia di Matera utilizzerà per lavori di adeguamento di due dei plessi dell’Università che presto saranno messi a disposizione del liceo Duni».

«Di concerto con il tavolo in Prefettura – ha aggiunto l’assessore – siamo riusciti a mettere a disposizione alcuni locali in contrada Rondinelle, dove da lunedì i ragazzi potranno riprendere la loro attività scolastica. Per quanto riguarda il breve periodo, siamo nella condizione, grazie anche allo sforzo del rettore dell’Università della Basilicata, Aurelia Sole, di prevedere al più presto lo spostamento delle sedi universitarie di via San Rocco, via Lazazzera e via Annibale di Francia al polo universitario dell’ex ospedale San Rocco di Matera, dove sarà aperto l’anno accademico 2018-2019. Alcune di quelle strutture che saranno liberate e che si trovano nel centro abitato potranno essere messe a disposizione degli studenti del liceo. E’ poi in arrivo un contributo di due milioni di euro per iniziare a programmare interventi anche sugli edifici di viale delle Nazioni unite e di via Lazazzera». 



Fonte


Conosci già Matera? Mettiti alla prova con un quiz!Inizia il quiz