Anas: fine lavori Bari-Matera nei primi mesi 2019


MATERA – Il completamento dei lavori di ammodernamento a quattro corsie dell’itinerario interregionale Bari-Altamura-Matera «è previsto entro i primi mesi del 2019». Lo ha reso l’Anas in un comunicato nel quale è specificato che nel pomeriggio «si è svolto un sopralluogo sui cantieri della statale 96 ‘Baresè, tra la Puglia e la Basilicata, al quale era presente il Ministro per il Sud, Barbara Lezzi, accompagnata da Gianni Vittorio Armani, amministratore delegato di Anas (Gruppo Fs Italiane)».

Nella nota è inoltre evidenziato che «le opere in corso di esecuzione potenziano il collegamento infrastrutturale tra le due regioni, migliorando la connessione internodale con i nodi ferroviari ed aeroportuali dell’area metropolitana di Bari e l’accessibilità al territorio di Matera, in vista dell’importante appuntamento del 2019 che vedrà la città lucana Capitale Europea della Cultura. Il sopralluogo era finalizzato a verificare il complessivo stato di ammodernamento a quattro corsie dell’itinerario interregionale Bari-Altamura-Matera, lungo oltre 60 km, suddiviso in più appalti, alcuni dei quali già completati e in esercizio».

In particolare, «i lavori attualmente in corso riguardano due nuovi tratti. Il primo tratto va dalla fine della variante di Toritto a Modugno (tra il km 105,705 ed il km 114,750), compresa la variante di Palo del Colle, ha un valore di circa 110 milioni di euro e sarà ultimato entro la fine di quest’anno. Il secondo tratto è compreso tra i km 85,000 e 81,300, e va dall’inizio della variante di Altamura all’innesto con la statale 99 ‘di Matera0, già interamente ammodernata ed aperta al traffico a quattro corsie dal 2010. Il completamento delle restanti attività – del valore complessivo di oltre 30 milioni di euro – è previsto entro i primi mesi del 2019. La fruibilità di entrambe le tratte innalzerà gli standard di sicurezza dell’arteria stradale, diminuendo i tempi di percorrenza sulla direttrice che conduce a Matera».

LEZZI: SEGNALE POSITIVO LA RIPRESA DEI LAVORI – La ripresa dei lavori nel tratto terminale della tangenziale di Altamura (Bari) lungo la statale 96, dove sono in corso lavori di adeguamento da parte dell’Anas, “rappresenta un segnale positivo per potenziare la viabilità di collegamento in vista di Matera Capitale europea della cultura 2019». Lo ha detto il Ministro per il Sud, Barbara Lezzi, che ha visitato i cantieri lungo la statale, accompagnata dall’amministratore delegato dell’Anas, Gianni Vittorio Armani.

«E’ un’opera – ha evidenziato Lezzi, riferendosi al tronco che si innesterà alla statale 99 Altamura-Matera – già pronta al 50 per cento, che ha incontrato delle difficoltà. I lavori sono ripresi proprio oggi con la soluzione di un problema tecnico con la rete dell’acquedotto. E quindi si va avanti».

Al Ministro è stato illustrato anche l’intervento sulla statale 655 «Bradanica» in Basilicata, che, «una volta completata – è specificato in un comunicato dell’Anas – garantirà il collegamento con le strade statali 96, 96/bis, 93 ‘Appulo Lucanà, 658 ‘Potenza-Melfì e le autostrada A16 ‘Napoli-Canosà a Candela ed A14 ‘Bologna-Tarantò, in provincia di Foggia». Sempre nell’ambito dei collegamenti tra Puglia e Basilicata, «rientra il ‘Collegamento Mediano Murgia-Pollinò, inserito nel Piano Nazionale per il Sud, per uno sviluppo di circa 160 km.

Nel contratto di programma Anas 2016-2020 sono previsti due tratti di questo itinerario: la nuova tangenziale esterna di Matera e il potenziamento del collegamento Gioia del Colle (A14)-Matera, per i quali è stato redatto il progetto preliminare e, in seguito ad osservazioni degli enti locali, ora sono in corso incontri volti ad individuare il corridoio lungo il quale sviluppare il tracciato del nuovo collegamento. A questi due interventi si aggiunge, infine, il collegamento ‘Matera-Ferrandinà (2 stralcio del secondo tratto), per il quale è previsto un lavoro di restyling della sede stradale esistente».



Fonte


Conosci già Matera? Mettiti alla prova con un quiz!Inizia il quiz